out of the box 2

out of the box
energia Da supereroi

‘Perché disegnare la sostenibilità?’ ce lo siamo chiesti durante la premiazione della seconda edizione di out of the box, il concorso di illustrazione promosso con Viessmann Italia.

Quest’anno i progetti in gara erano 90: hanno accettato la sfida di ‘Energia da supereroi!’ e si sono cimentati con la rappresentazione dei due temi ‘L’energia migliore è la tua’ e ‘Un bel clima si crea in due’. Perché spesso non ci pensiamo, ma tutti possiamo diventare un po’ super se compiamo scelte consapevoli rispetto al futuro che abbiamo davanti. 

Scopri anche

out of the box 2

Disegnare la sostenibilità

Savoir-faire

L’incontro dei partner 2023

30124

La Piazza e come averne cura

Opificio #illustrazione #futuro #energia

E le 180 tavole hanno dimostrato proprio questo: il valore delle azioni che si possono compiere, giorno dopo giorno, per il bene dell’ambiente e la forza della creatività, capace di rendere immediato e comprensibile anche quello che può sembrare lontano, come la transizione energetica. 

Ecco perché disegnare la sostenibilità

Quindi, anche per questa volta, possiamo considerare vinta la scommessa e credere che sia davvero possibile dare forma a nuovi futuri! 

Sicuramente ce lo hanno dimostrato i vincitori.

Erika Polizzi, prima classificata, ci ha raccontato che “In un mondo come quello di adesso che ha grandissima necessità di sensibilizzarsi ad un tema cruciale come quello della sostenibilità per salvaguardare il proprio presente, senza andare a intaccare quello futuro delle prossime generazioni, sento di aver avuto l’occasione di fare qualcosa di importante”

Per Fabrizia Polastro, seconda classificata, “le nostre azioni individuali contano: se negli anni passati non si è dato peso alla questione della capacità di soddisfare i nostri bisogni senza compromettere il contesto in cui siamo, ora che finalmente le abbiamo dato voce è il momento di agire”. 

Mattia Picariello, terzo classificato, ci ha detto “Mantenere una visione ottimistica del futuro che ci aspetta, talvolta, può risultare difficile e questo concorso ha contribuito a mantenere viva la mia speranza di un futuro sostenibile, fatto di scelte consapevoli, nel rispetto di noi stessi e dell’ambiente che ci accoglie.” 

Parole che nelle loro tavole trovano pienamente forma.

Anche nel talk che ha preceduto la premiazione abbiamo avuto modo di sottolineare la forza dell’immagine. 

Nel dialogo con la giuria – Stefania Brentaroli (Viessmann), Dora De Diana (Fondazione Querini Stampalia) e da tre esperti del settore come Beppe Giacobbe (illustratore), Marcella Peluffo (Associazione Autori di Immagini), Camilla Pintonato (illustratrice) è emerso proprio come nel dare una forma grafica a determinate tematiche, ogni illustratore lavora per trasmetterne la forza e al tempo stesso produce un qualcosa di nuovo, che a sua volta apre a ulteriori spunti e riflessioni. 

Quando creatività e azienda si incontrano, succedono cose fuori dagli schemi!

Scopri anche

La Piazza e come averne cura

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *