Le parole di Massimiliano Braghin, CEO di InfinityHub S.p.A.

arte e scienza, cultura e impresa

Scopri anche

Le parole di Alessandro Marinello, ideatore di OpificioQuerini

Un progetto piccolo, ma pieno di ambizioni

Le parole di Marigusta Lazzari, direttore della Fondazione Querini

É tempo di agire

L’ombra perfetta – KE

Ombra, colore, spazio, architettura, natura

Infinityhub #modelloy #paradigma #AlbertEinstein

Infinityhub S.p.A. Benefit, prima Energy Social Company “made in Italy”, viene concepita il 1° giugno 2016 per condividere energie ambientali, economiche e sociali, con un obiettivo preciso: realizzare un nuovo paradigma che trasformi lo spreco energetico in capitale condiviso.

Paradigma ispirato dall’arte, dai maestosi mosaici della Basilica di San Marco a Venezia al Battistero di Firenze, dalla summa opera di Dante la “Divina Commedia” al contemporaneo Enrico Moretti con “La nuova geografia del lavoro”, fino alla scienza con la massima espressione dell’ingegno nella scoperta di Albert Einstein e la sua “relatività generale”.

L’integrazione tra arte e scienza dà vita al “modello Y”. La “Y”, per inciso, rappresenta la deflessione della luce in prossimità di una massa celeste, massa che in realtà se moltiplicata per la velocità della luce al quadrato dà come risultato l’energia e così arriviamo alla formula più importante e artistica dell’uomo, E = mc2.

Inserendola nel contesto artistico della Querini potremmo così declinarla, l’illuminazione al quadrato dell’artista, collegata all’interesse e all’osservazione di una massa di persone significativa, genera quella che probabilmente è l’energia, l’ispirazione dell’uomo.

Infinityhub utilizza un modello di business unico, scalabile e innovativo che mette assieme Persone ed Energie per un domani, capace di Futuro, con una sostenibilità che parte dal rinnovamento energetico e la riqualificazione di immobili, ma ha come fine ultimo la rigenerazione della comunità, nelle sue accezioni più belle l’ambiente, la cultura e il benessere generale delle persone. È un modello che vede, nella sua applicazione generale, la riqualificazione di grandi immobili in modalità partecipata, attraverso gli strumenti del crowdfunding e dell’educazione alla sostenibilità, grazie all’utilizzo efficiente ed efficace dei social network.

Essere parte del progetto OpificioQuerini, per Infinityhub è alimentare l’energia che ha dato vita proprio ad Infinityhub, l’arte e la cultura. Quando parliamo di cultura è interessante ricordare che cultura e coltivare hanno la stessa origine etimologia.

La cultura è uno strumento straordinario per coltivare le imprese e la scienza stessa è fortemente alimentata dalla cultura (Einstein oltre ad essere un grande fisico, era uno straordinario filosofo e suonava il violino).

Abbiamo bisogno di bellezza che ispiri il nostro “intraprendere” e chi più di un luogo così ricco di storia e memoria come la Querini può darcelo?

Essere nel progetto OpificioQuerini – HUB di innovazione concreto nella città storica di Venezia – è sostenere il domani grazie alla stratificazione della conoscenza che il passato ci ha donato, attraverso l’arte, per un futuro che costruisce valore attraverso i valori.

Massimiliano Braghin

Scopri anche

La Piazza e come averne cura

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *